CARMOF-GROUP

WASP e i progetti europei: CARMOF

Alla luce della crescente preoccupazione per le emissioni di CO2, il progetto CARMOF sviluppa la cattura e lo stoccaggio del carbonio (CCS) grazie alla realizzazione di tecnologie che ne rendono la cattura efficiente ed economica. Il progetto è uno sforzo collaborativo di partner industriali e accademici europei che hanno l’obiettivo di progettare materiali innovativi che assorbono CO2 su scala nanometrica. In particolare, nanotubi di carbonio, CNT, strutture metalliche organiche, MOF, quindi stamparli con la tecnologia delle Stampanti 3D o trasformarli in membrane da utilizzare in unità di assorbimento più grandi.

L'obiettivo del progetto è di implementare una tecnologia di successo per dimostrazioni presso strutture industriali, portandola a un livello tecnologico più elevato. Il consorzio del progetto è composto da 15 partner provenienti da 9 paesi diversi, che rappresentano la catena del valore integrale. Avviato a gennaio 2018 e con una durata totale di 48 mesi e un budget totale di circa 6 milioni di Euro, il progetto è ora in pieno svolgimento. Il progetto CARMOF è finanziato nell'ambito del programma di ricerca e innovazione Orizzonte 2020 della Commissione europea.

CARMOF

Il concetto di assorbimento e processo del CO2 nel progetto CARMOF

Un incontro dei partecipanti al consorzio CARMOF si è tenuto a Vito (Belgio) l'11-12 giugno 2019 per discutere i progressi del progetto e l'ulteriore pianificazione.

I nostri primi risultati

Il primo periodo del progetto si è concentrato sullo sviluppo di sorbenti solidi (ibridi) per la cattura di CO2 comprendente strutture metallo-organiche funzionalizzate (MOF), nanotubi di carbonio multi-parete (MWCNT) e ossido di grafene ridotto (rGO) combinato con un polimero di scelta.

CARMOF

Ci sono già stati risultati promettenti sulla capacità di assorbimento di CO2 delle formulazioni preliminari di paste composite per la stampa 3D. I percorsi di diffusione attraverso il composito sono creati dalla presenza di MWCNT che si ritiene abiliti il ​​trasporto di gas verso i siti di assorbimento di CO2 attivi. Altre combinazioni di materiali vengono ulteriormente esplorate e stampate in 3D.

Eventi passati

I risultati del progetto CARMOF sono stati presentati in occasione di numerosi eventi e conferenze pertinenti, ad esempio:

  • 1 e 2DM 2019 (gennaio 2019, Tokyo)
  • GraphIn2019 (febbraio 2019, Madrid)
  • Conferenza CO2 REUSE 2019 (aprile 2019, Berlino)
  • Expo CHEMUK 2019 (maggio 2019, Harrogate)
  • Advanced Nanomaterials Conference 2019 (luglio 2019, Aveiro)
CARMOF

Case-History-Modellazione-3D-Ortopedia

Applicazione della tecnologia FDM all’ortopedia tradizionale

Case History di Modellazione 3D in Ortopedia

L’Ortopedia La Milagrosa è una realtà spagnola che dal 2018 fa parte del network WASP Med. Grazie alla stretta collaborazione tra Inma López Hita, responsabile di disegno digitale e additive manufacturing, e WASP è stato possibile trovare nuove soluzioni nella stampa 3D in medicina. La Milagrosa lavora nel mondo della stampa 3D già da diversi anni, con la produzione di soluzioni per l’ortopedia utilizzando la fabbricazione digitale. Le stampanti 3D WASP, in particolare la stampante 3D Delta WASP 4070 INDUSTRIAL 4.0, hanno permesso di superare il vincolo delle dimensioni, realizzando pezzi anche molto grandi in polipropilene.

Modellazione 3D in Ortopedia: busto

Modellazione 3D in Ortopedia: busto

Un esempio importante di modellazione 3D in Ortopedia realizzato da La Milagrosa è quello dei corsetti per la correzione del dismorfismo vertebrale prodotti con tecnologia FDM. La realizzazione di un corsetto stampato prevede un processo innovativo rispetto al tradizionale iter di fabbricazione col calco in gesso. Si seguono infatti 3 passaggi: una rapida e comoda scansione 3D, la modellazione 3D con possibilità di personalizzazione molto ampie ed infine la stampa 3D in polipropilene.

https://www.youtube.com/watch?v=HI67zOFtgvU

È possibile applicare questo processo non solo per la risoluzione di situazioni croniche ma anche in circostanze di frattura ossea che, solitamente, implicherebbe l’ingessatura dell’intero arto.

Tutore per fattura del femore

Tutore per fattura del femore

In questo case study di modellazione 3D in Ortopedia è stato realizzato un tutore a seguito della frattura del femore in un neonato: è l’alternativa ad un gesso che copre dalla vita ai piedi offrendo una maggiore mobilità, fondamentale nei primi anni della crescita.

Modellazione 3D in Ortopedia: tutore per gamba

Modellazione 3D in Ortopedia Gamba

Un’altra applicazione è quella in cui sono presenti fissatori esterni e non è realizzabile un’ingessatura: grazie a questo sostegno il ginocchio viene immobilizzato e si può iniziare ad appoggiare il piede.

Modellazione 3D in Ortopedia: tutore per la mano

Modellazione 3D in Ortopedia: tutore per la mano

La stampa 3D apre nuovi scenari anche sul tutore della mano. É possibile progettare soluzioni ad hoc per il singolo paziente che ha subito interventi sui nervi o per la rimozione di cisti. Con questi dispositivi è permessa la trazione delle dita esercitando una forza graduale per recuperare la mobilità della mano. I dispositivi sono leggeri, poco invasivi ed esteticamente interessanti.

Modellazione 3D in Ortopedia Gambe Mano bimbo

In tutte le situazioni, oltre al beneficio per il paziente, è sempre evidente il vantaggio della tecnologia di fabbricazione digitale in termini di processo: la scansione è immediata e poco invasiva, la modellazione è altamente personalizzabile e non ci sono materiali da smaltire.

La stampante 3D per l'Ortopedia

Delta WASP 4070 Industrial 4.0

La stampa tramite la stampante 3D DELTA WASP 4070 INDUSTRIAL 4.0 riduce i costi e restituisce un prodotto finito robusto ed affidabile, una garanzia data dalle caratteristiche della macchina e dai materiali certificati.


WASP MED Add-on Blender 2.8

WASP Med ha sviluppato un Add-on su Blender 2.8

Il software open-source per fare ortopedia in 3D ora esiste.

WASP MED Add-on Blender 2.8

In uno scenario contemporaneo in cui la popolazione globale cresce senza precedenti la salute sarà uno dei temi più caldi da affrontare nel prossimo futuro: secondo uno studio GDR del 2018, solo il mercato globale delle protesi e delle ortesi raggiungerà i 12.28 miliardi di dollari entro il 2025.

WASP per la salute

Da sempre WASP considera la salute uno dei suoi campi di ricerca principali, come uno dei bisogni di base dell’uomo. Per questo motivo nel 2015 è nato il team WASP MED con l’obiettivo di lavorare specificatamente in questo enorme campo. Lo sviluppo delle stampanti 3D e dei materiali però non è abbastanza se medici e professionisti non hanno gli strumenti per applicare la loro conoscenza.
È questo che ha spinto WASP a sviluppare un Add-on su Blender, il popolare software 3D open-source: WASP Med Add-on Blender 2.8. L’idea è colmare la distanza tra software professionali, spesso molto costosi e rigidi, e software open-source, potenti ma non sviluppati per utilizzo in ambito medicale.

Lo sviluppo è stato curato dal Prof. Alessandro Zomparelli, Docente all’Accademia di Belle Arti di Bologna e sviluppatore di Blender da anni. I suoi precedenti lavori sulla modellazione di oggetti sul corpo umano sono stati la chiave per realizzare uno strumento potente che consente di disegnare facilmente forme complesse sulle scansioni 3D.

Perché Blender?

Blender è un esempio unico di di piattaforma open-source che è diventata uno dei migliori prodotti per la modellazione 3D nel mondo dell’animazione e non solo. Ogni anno ad Amsterdam viene organizzata una Blender Conference dove le applicazioni più innovative del software vengono presentate e condivise: il lavori spaziano dalle simulazioni fisiche ai dispositivi medicali, coprendo un ampio spettro di utilizzi professionali e non. Essendo un software open-source Blender è scaricabile gratis e il suo sviluppo è condiviso con centinaia di utilizzatori in tutto il mondo

Cos’è WASP Med Add-on Blender 2.8?

È un Add-on gratuito che funziona su Blender 2.8 e contiene comandi passo a passo per modellare una forma partendo da una scansione 3D. La forma finale è stampabile in 3D, compatibilmente con la propria stampante.

https://www.youtube.com/watch?v=hEZ6PulqPnQ

L’Add-on contiene strumenti per:

  • aggiustare la scansione
  • fare correzioni e modifiche
  • tagliare le parti superflue
  • disegnare la forma dell’ausilio
  • gestire spessori e bordi
  • esportare il modello per la stampa 3D

L’Add-on lascia inoltre la libertà di intervento con tutti gli strumenti integrati in Blender per dare soluzione a necessità più complesse.

Il futuro dell’Add-on

WASP immagina questo come il primo passo per creare una comunità collaborativa in tutto il mondo che utilizza strumenti aperti per trovare soluzioni al grande tema della salute. Questo potrebbe dare ad un'enorme parte della popolazione mondiale l’accesso a dispositivi medici e cure che nel loro paese ora non possono permettersi o non esistono nemmeno.

Corso di Formazione Fabbricazione Digitale

WASP Med propone un corso di Formazione Fabbricazione Digitale ad Indirizzo Medicale con WASP Med Add-on Blender 2.8. Il corso si pone di formare professionisti nel campo medico e ortopedico e dargli strumenti utili all’utilizzo della fabbricazione digitale nel loro lavoro quotidiano.

La stampante 3D per l'Ortopedia

Nel settore medicale l'innovazione è la chiave per far progredire l'assistenza ai pazienti. WASP MED da anni si impegna non solo allo sviluppo di nuovi software di modellazione 3D open source, ma di progettare e costruire stampanti 3D personalizzabili per il settore medicale. La stampante DELTA WASP 4070 INDUSTIRIAL 4.0 è il modello di stampante più performante e adattabile alle singole esigenze dei professionisti per lo sviluppo di dispositivi medici. L'avanzamento tecnologico di WASP in campo medico ha permesso di poter configurare questa tipologia di stampanti 3D professionali anche con il piano sottovuoto e l'estrusore raffreddato.