Ecco come gli studenti della Bartlett School of Architecture stanno utilizzando la nostra tecnologia LDM per il loro Master

Dal 2012, WASP è attivamente coinvolta nella ricerca universitaria, implementando la sua tecnologia nei campus in Europa e nel mondo. Da oltre 2 anni, la Bartlett School of Architecture presso l’UCL (University College London) ospita una Delta WASP 40100 Clay nei suoi laboratori, utilizzata dagli studenti per i loro progetti di ricerca e tesi nella facoltà di Design for Manufacture.

Le stampanti 3D di WASP offrono un’alta accessibilità e un sistema aperto, rendendole ideali per sperimentare con nuovi materiali e tecnologie di manifattura additiva.

Guidati da professori esperti, gli studenti universitari possono interagire direttamente con le macchine, esplorando applicazioni sperimentali e contribuendo all’avanzamento del settore della manifattura additiva.

Nel 2024, gli studenti del gruppo di “Manifattura Additiva“, sotto la guida del tutor Arthur Prior, hanno completato i loro master e pubblicato i loro progetti di tesi. Il gruppo era composto da due squadre, ciascuna presentando la propria ricerca:

  • Tom Younger, Tianyang Li, Qinyuan ZhengMulti-nozzle Additive Manufacturing
  • Rameshwari JonnalageddaTerraMound

Lo stesso anno, il progetto di laurea Ceram-Screens di Monisha Sridhara, ex-studentessa della Bartlett School, è stato inserito nella lista dei Top 24 progetti e professionisti della stampa 3D per il 2024 da Material Source.

Stampa 3D in silicone con un sistema di estrusione a multi-ugello

Il team, composto da Tom Younger, Tianyang Li e Qinyuan Zheng, ha focalizzato la loro ricerca nello sviluppo di un sistema di estrusione per stampa 3D con multi-ugello.

Il loro obiettivo era quello di fabbricare piastrelle auxetiche in silicone per un sistema di ombreggiatura pneumatico, creando una struttura leggera e in grado di “respirare”. Questa struttura può regolare la quantità di luce che entra nella facciata di un edificio espandendo e contraendo le membrane di silicone.

L’idea alla base del progetto era trovare un modo per bilanciare la trasmissione della luce negli edifici, regolando direttamente la luce attraverso il design della loro facciata, anziché affidarsi a dispositivi meccanici ad alta intensità energetica.

TerraMound – Sistema di raffreddamento stampato in 3D in ceramica

Utilizzando geometrie complesse e porose come le superfici minime, il progetto TerraMound di Rameshwari Jonnalagedda utilizza la stampa 3D per produrre sistemi di raffreddamento in ceramica ispirati a formazioni naturali come i termitai.

Il vero potenziale di TerraMound risiede nella scalabilità del suo concept e nella diversificazione delle sue applicazioni. Il progetto va oltre il semplice raffreddamento. Le superfici minimali possono essere incorporate nelle pareti per creare interfacce adattative, capaci di gestire calore, aria e luce.

La versatilità delle superfici minimali, combinata con la libertà della stampa 3D, apre le porte a una vasta gamma di applicazioni, come sistemi di facciata, sistemi di filtraggio dell’aria e strutture bio-recettive.

Ceram-Screens, una facciata parametrica stampata in 3D responsiva al clima

Il progetto Ceram-Screens di Monisha Sridhara si ispira ai tradizionali schermi Jaali intagliati nella pietra, comunemente presenti nell’architettura indiana. Queste strutture ornamentali svolgono una doppia funzione, fornendo controllo della luce e del calore riducendo il riverbero solare e migliorando la ventilazione.

La standardizzazione e l’industrializzazione estensive hanno portato alla perdita delle abilità artigianali originariamente richieste per questa tecnica, che ha così perso la sua flessibilità, la sua funzionalità originale e il suo carattere distintivo.

Lo scopo del progetto è quello di ripristinare questa tecnica tradizionale attraverso l’utilizzo della stampa 3D in ceramica, un sistema di produzione che consente una completa personalizzazione e replicabilità, superando le limitazioni imposte dai metodi di produzione standardizzati.

Stampa 3D LDM Professionale

Scopri Delta WASP 40100 Clay, la stampante 3D professionale per materiali fluido-densi utilizzata dagli studenti alla Bartlett School of Architecture dell’UCL. Con Delta WASP 40100 Clay è possibile stampare direttamente sul pavimento o su una superficie di stampa rimovibile in acciaio. È anche possibile continuare la stampa senza attendere che il pezzo si asciughi, semplicemente spostando la stampante.

Delta WASP 40100 Clay