Collaborazione con Ai Build per testare il software di slicing AiSync

Ai Build è una software company inglese che lavora con una rete di clienti, partner e investitori innovativi per portare la tecnologia all'avanguardia in un'ampia gamma di applicazioni industriali.

WASP ha intrapreso una collaborazione con Ai Build per testare lo slicing non planare su Delta WASP 3MT Industrial 4.0.

Grazie al WASP HUB di Milano SuperForma la sperimentazione ha prodotto buoni risultati.

Software AiSync per la stampa 3D non planare

Con il software AiSync si tratta di realizzare una stampa 3D multiasse che a differenza del tradizionale software di stampa 3D produce percorsi utensile multiasse che non sono vincolati da strati di taglio.

AiSync è compatibile con la stampante 3D di grandi dimensioni Delta WASP 3MT Industrial 4.0.


3D printed wall art installation

Stampa 3D di pareti e scale

Stampa 3D di grandi dimensioni per installazioni artistiche

La stampa 3D di grandi dimensioni ha molto potenziale per essere utilizzata per creare mostre e installazioni, ma non tutti sanno perché scegliere questa tecnologia. La stampa 3D permette di superare i limiti della produzione, sperimentando forme e strutture che non sarebbero possibili in altri modi. Questi lavori sono realizzati da WASP Hub Madrid, Lowpoly.

Stairs to Infinity

In questo caso studio, vedremo come la produzione additiva apre nuove strade per progettare scale con tecniche parametriche: più leggere e con materiali riciclati.

Installazione artistica scale stampata in 3D nel Museo Cosmocaixa di Barcellona

La struttura è stata progettata in wireframe per raggiungere l'obiettivo di leggerezza e resistenza allo stesso tempo.

Questo progetto è firmato da Carmen Baselga e Hector Serrano per la mostra PRINT3D al Museo Cosmocaixa di Barcellona. Il concept del progetto era cercare di realizzare una scala a chiocciola di 12 metri, sostenuta solo da fili trasparenti, il più leggera possibile.

Gelosia

Gelosia è un progetto che utilizza la stampa 3d di grandi dimensioni per creare grandi pareti divisorie. Come per Stairs to Infinity, è stato disegnato da Carmen Baselga e Hector Serrano per la mostra PRINT3D del museo Cosmocaixa di Barcellona.

pareti stampate in 3D nel Museo Cosmocaixa di Barcellona

Lo scopo del progetto era quello di separare le sezioni della mostra mantenendo la visuale attraverso di essa.

Processi di stampa 3D

La struttura wireframe è stata scelta non solo per questioni funzionali, ma anche per gli effetti di luce e ombre che questo motivo a fori crea.
Grasshopper è il software utilizzato per generare il gcode e il percorso seguito dalla stampante 3D. Se vuoi vedere come generare il gcode direttamente da Grasshopper, clicca sul pulsante

montaggio dell'installazione di scale stampate in 3d

Questo processo di progettazione permette di ridurre al minimo lo spreco di materiale, ottimizzando la forma e riducendo il materiale alle sole parti strutturali.

Ogni passaggio è stato diviso e stampato in parti per avere la possibilità di aggiungere giunti per facilitare il montaggio. Questa procedura ha portato a spedire l'intera scala in due scatole, ottimizzando la logistica e riducendo le emissioni di CO2.

PLA pellet

pla pellet

Il materiale utilizzato per stampare il progetto è PLA riciclato da imballaggi alimentari, mescolato con pigmento bianco naturale. In questo modo il risultato estetico è ottimo e non è necessario rifinirlo con la verniciatura finale. La stampa con pellet ha molti vantaggi: puoi usare plastica riciclata: è più economica e veloce del materiale a filamento.
Scopri i nostri materiali in pellet.

Stampa 3D di grandi dimensioni

Per questi due progetti è stata utilizzata la stampante 3D 3MT. Permette di stampare pezzi di grandi dimensioni fino a 1 metro di diametro ed è molto utilizzato per installazioni o per creare pareti. La procedura consiste nel stampare a pezzi e poi assemblarli, costruendo l'intera struttura.

stampa 3D di grandi dimensioni
Delta WASP 3MT INDUSTRIAL 4.0

3D printed store in Dubai

Pareti stampate in 3D per un Flagship Store

Negozio stampato in 3D

Negozio stampato in 3D a Dubai

La stampa 3D è un modo perfetto per creare installazioni progettate con forme parametriche. Questo porta a un nuovo concetto di creazione di scenografie perché permette di costruire forme decorative originali. In questo caso La Máquina (by Noumena) ha stampato un flagship store disegnato da External Reference a Dubai. Uno spazio immersivo in cui il digitale si fonde con il mondo fisico.

Uno spazio fluido immersivo

Le pareti scultoree trasformano il negozio in uno spazio geometrico, dove i prodotti (scarpe) sono perfettamente inseriti nella scenografia e ne diventano parte integrante. Tutto è perfettamente miscelato per un'esperienza completa. Le pareti scultoree sono aumentate con uno strato di mappatura 3D interattiva che cambia continuamente la grafica dell'ambiente e dove i clienti possono comunicare e giocare.

Negozio stampato in 3D a Dubai

Grazie alla progettazione parametrica, la geometria scorre seguendo le curve delle pareti. L'installazione è stata suddivisa in pezzi, stampata e poi assemblata. Questo processo è disponibile grazie alla produzione additiva e al suo modo di stampare parti diverse contemporaneamente.

Negozio stampato in 3D a Dubai

Stampante 3D per grandi dimensioni

WASP 3MT HDP

Queste pareti sono realizzate con 3MT HDP, la stampante 3D progettata per stampe di grandi dimensioni. Con la tecnologia High Definition Pellet, puoi stampare materiale Pellet in modo rapido e preciso. I granuli di pellet sono 10 volte più economici dei filamenti e riducono i tempi di stampa. Inoltre, puoi stampare 24 ore su 24, 7 giorni su 7 grazie al sistema di alimentazione continua.


Cocoon and Divergent le lampade stampate in 3D

Stampa su tessuto per forme complesse

La stampa 3D non smette mai di sorprendere con i diversi modi di approccio alla progettazione e alla modellazione. In questo articolo vedremo l'opportunità di raggiungere forme diverse attraverso il comportamento di diversi materiali a contatto.

Drag and drop, uno studio di progettazione con sede a Bucarest, in Romania, ha esplorato la stampa 3D di grandi dimensioni in tutte le sue sfaccettature. Stampano principalmente con il 3MT e modellano con algoritmi, scoprendo nuove estetiche attraverso i materiali e le loro caratteristiche.

Lampada Divergent equilibrium

divergent equilibrium lampada stampata in 3d

divergent equilibrium lampada stampata in 3d

Divergent equilibrium è una lampada complessa che deriva dalla stampa 3D di filamenti polimerici su materiale tessile. La forma che ne esce è stata studiata partendo da algoritmi che disegnano curve e arricciano il tessuto, creando bellissimi movimenti.

divergent equilibrium lampada stampata in 3d

"I nostri progetti sono intimamente legati al processo di produzione additiva e abbiamo esplorato le caratteristiche estetiche uniche, rese possibili solo dall'avvento della stampa 3d su larga scala. Nel nostro lavoro celebriamo gli strati grossi, le gocce di materiale e le geometrie intricate ciò è possibile solo con questa tecnologia. Come designer abbiamo più controllo che mai, dal mix di materiali al controllo della macchina fino alla promozione del lavoro. Ci si sente davvero potenti". - Madalin Gheorghe / Drag And Drop

Cocoon lamp

cocoon lampada stampata in 3d

Cocoon è una lampada intricata dove la morbidezza del tessuto interagisce con il complesso sistema delle linee polimeriche stampate in 3D. La forma esce da sola seguendo lo schema disegnato con algoritmi. Di conseguenza, l'aspetto evoca vibrazioni morbide, ma anche simili alla forma della luna dalla vista laterale.

cocoon lampada stampata in 3d

cocoon lampada stampata in 3d

Qui puoi vedere il processo di stampa 3D su tessuto: puoi vedere che improvvisamente dopo il rilascio dei perni, la forma esce. Per creare questa lampada, Drag and Drop ha utilizzato la stampante 3D di grandi dimensioni Delta WASP 3MT INDUSTRIAL 4.0.

https://youtu.be/MQz7pkV-FLk

Stampante 3D di grandi dimensioni

stampante 3d industriale
Delta WASP 3MT INDUSTRIAL 4.0

Delta WASP 3MT INDUSTRIAL 4.0 è la stampante utilizzata per creare queste bellissime lampade stampate in 3D. È la stampante perfetta per pezzi di grandi dimensioni, con materiali a filamento o pellet.


Model wears 3d printed clothes from the collection TECHNE

Stampa 3D sui tessuti

Vestiti e stampa 3D

La fashion designer milanese Chiara Giusti ha collaborato con Superforma Fablab, un hub di fabbricazione digitale specializzato nella stampa 3D, per creare una linea di abbigliamento stampata in 3D chiamata TECHNĒ. Nell'ambito del suo progetto universitario finale al Politecnico di Milano.

Modelle che indossano vestiti stampati 3D della collezione TECHNE

Una Designer di moda italiana utilizza la Delta WASP 3MT INDUSTRIAL 4.0 per creare TECHNE, una linea di abbigliamento stampata 3D.

Chiara ha utilizzato la stampante 3D Delta WASP 3MT INDUSTRIAL 4.0 Fused Deposition Modeling (FDM) per depositare il poliuretano termoplastico (TPU) ad alte temperature direttamente su tessuti stirati per creare trame e geometrie tridimensionali complesse.

3D fashion designer

Per creare TECHNĒ, Chiara ha studiato a fondo come la stampa 3D viene utilizzata con i tessuti in tensione. L'obiettivo principale era quello di produrre abiti comodi ma alla moda in cui la stampa 3D avesse un ruolo strutturale e decorativo. In precedenza, i materiali stampati in 3D erano troppo rigidi per essere utilizzati nell'abbigliamento, motivo per cui Chiara ha usato le macchine FDM per stampare direttamente sui tessuti per renderli comodi da indossare.

Modella che indossa vestiti stampati 3D della collezione TECHNE

Sono stati studiati una serie di materiali e tecniche per implementare metodi sostenibili. Chiara crede che la stampa 3D nella moda possa coinvolgere macchine e artigianato e attrarre una base di consumatori con un approccio consapevole allo stile.
Dice: "In un momento in cui tutto viene duplicato e sintetizzato con noncuranza, il lavoro combinato di mente, mani e macchine potrebbe generare un nuovo sistema di moda".

Stampante 3d vestiti

La stampante 3D Delta WASP 3MT INDUSTRIAL 4.0 di SuperForma ha consentito di mettere a punto i parametri di stampa e sperimentare diversi materiali che hanno portato alla creazione della linea di abbigliamento TECHNĒ. Chiara ha aggiunto: "E’ stato il CEO e fondatore Mattia Ciurnelli di SuperForma che ha seguito il progresso della sperimentazione e mi ha aiutato a gestire le tecnologie disponibili con la sua competenza nella fabbricazione digitale".

La Delta WASP 3MT INDUSTRIAL 4.0 stampa su un tessuto per la collezione TECHNE

La Delta WASP 3MT INDUSTRIAL 4.0 stampa su un tessuto per la collezione TECHNE

Superforma fa parte della rete internazionale di WASP Hub promossa da WASP. Oltre al suo lavoro con TECHNĒ, WASP ha lavorato per realizzare strutture di grandi dimensioni, come la collaborazione con la galleria Rossana Orlandi di Milano per mostrare Gaia, un'eco-casa stampata in 3D creata con materiali sostenibili.

Striscia di foto con modella che indossa i vestiti stampati 3D della collezione TECHNE

Striscia di foto con modella che indossa i vestiti stampati 3D della collezione TECHNE

Striscia di foto con modella che indossa i vestiti stampati 3D della collezione TECHNE

Chiara crede che la sua creatività sia nata dalla sua conoscenza nel modellismo, che ha poi influenzato la sua capacità di interrogarlo, analizzarlo e ripensarlo durante lo studio del processo di produzione e la sperimentazione con le macchine da stampa FDM. TECHNĒ è stato creato con l'ambizione di combinare forma e funzione in abiti stampati in 3D. Giusti ha dichiarato: "Di solito, la stampa 3D viene utilizzata per creare oggetti da esposizione, strutture scultoree e anche quando i materiali di stampa e i tessuti si fondono, la produzione additiva ha un ruolo principalmente decorativo / ornamentale".

La modella indossa vestiti stampati 3D della collezione TECHNE

La modella indossa vestiti stampati 3D della collezione TECHNE

Moda 3D

La stimata stilista Iris van Herpen, nota per la sua occasionale applicazione "decorativa / ornamentale" della stampa 3D nei suoi progetti, ha debuttato con i suoi "gioielli per il viso" stampati in 3D alla settimana della moda di Parigi 2019. La collezione intitolata "Cellchemy" è stata creata mediante scansione 3D dei visi dei modelli per mappare una forma evidenziando i cambiamenti di densità e i contorni dei volti. Il risultato finale è stato una serie di maschere simili a pizzi create da una stampante multimateriale ad alta risoluzione.

La modella indossa vestiti stampati 3D della collezione TECHNE

La modella indossa vestiti stampati 3D della collezione TECHNE

Chiara ha dichiarato: "Sono assolutamente convinta che i tessuti stampati in 3D potrebbero entrare presto nel mercato globale della moda, ma i designer dovranno combinare la loro esperienza con la conoscenza di scienziati e ingegneri per esplorare ulteriormente questo settore, migliorando e stabilizzando tecniche e macchine per ottenere prodotti affidabili ed ergonomici per l'utente finale ".

Stampante 3D grandi dimensioni

stampante 3d industriale
Delta WASP 3MT INDUSTRIAL 4.0

La Delta WASP 3MT INDUSTRIAL 4.0 è la stampante perfetta per creare pezzi di grandi dimensioni, sia con filamento che con pellet.


Casseforme stampate in 3D

Pannelli personalizzati

La stampa 3D su larga scala ha un potenziale infinito, come possiamo vedere qui, anche nel settore degli stampi. In questo progetto, realizzato da WASP Hub Danimarca, possiamo vedere questo approccio innovativo alla creazione di stampi attraverso la produzione additiva.

Le casseforme sono ampiamente utilizzate in architettura per creare pannelli di cemento. Le loro forme sono spesso standard perché i materiali più utilizzati sono legno, metallo e polistirolo. Le prime due sono le più solide ma le forme rimangono sempre le stesse e non possono essere personalizzate con dettagli o geometrie diverse. Per creare pannelli personalizzati il materiale più utilizzato è il polistirolo: è più adattabile degli altri ma non si riesce a raggiungere tutte le forme.

Ora abbiamo una nuova tecnica che può trasformare il modo in cui produciamo pannelli in cemento: la stampa 3D su larga scala. Con questa tecnologia è super veloce creare pezzi grandi con la forma desiderata sempre in modo diverso.

Con la stampa 3D puoi progettare costantemente nuove geometrie e personalizzare la texture del pannello. Questo permette di superare i limiti delle casseforme standard e di raggiungere nuovi schemi geometrici.

https://youtu.be/yU3rTANZygo

Il Texturing è un processo utilizzato anche in natura per creare forme che abbiano caratteristiche funzionali. Per mostrare le opportunità della stampa 3D in questo campo, è stata realizzata una serie di pannelli in cemento dal design unico.

Questi pannelli sono il risultato di processi computazionali e l'ispirazione viene dalla natura e dalle forme astratte. Il processo di creazione prevede la tecnologia FDM, con rifiuti di plastica riciclati al fine di riutilizzare il materiale.

Pannello in cemento

Casseforme in plastica riciclata

Casseforme stampate in 3d per cemento

Il Texturing è un processo utilizzato anche in natura per creare forme che abbiano caratteristiche funzionali. Per mostrare le opportunità della stampa 3D in questo campo, è stata realizzata una serie di pannelli in cemento dal design unico. Questi pannelli sono il risultato di processi computazionali e l'ispirazione viene dalla natura e dalle forme astratte.

Casseforme stampate in 3d dettagli

Il processo di creazione prevede la tecnologia FDM, con rifiuti di plastica riciclati al fine di riutilizzare il materiale. Questo è un altro vantaggio che rende la stampa 3D l'alleato perfetto per creare stampi.

Grazie al design computazionale puoi raggiungere pattern sempre diversi, generati con algoritmi. Ecco alcuni esempi delle diverse forme che puoi raggiungere.

diversi pattern di casseforme stampante in 3D

Project credits

Gruppo CREATE - Guidato dall'Asst. Prof. Dott. Roberto Naboni
Università della Danimarca meridionale (SDU), Unità di ingegneria civile e architettonica (CAE)
Team: Roberto Naboni, Luca Breseghello, David W. Jokszies
Scansione 3D: presso l'SDU Prototyping Lab (Prof. Knud Bjørnholt)
Partner del settore: WASP (stampanti 3D), Hi-Con (calcestruzzo ad alte prestazioni)

La stampante per oggetti di grandi dimensioni

https://www.3dwasp.shop/en/product/professional-3d-printer-delta-wasp-3mt-industrial-4-0/

La stampante utilizzata in questo progetto è Delta WASP 3MT Industrial 4.0, la stampante perfetta per oggetti di grandi dimensioni. Funziona con estrusione di filamenti e pellet, in modo da utilizzare plastica riciclata. Con il suo piano di stampa di 1 metro di diametro, ti permette di stampare oggetti grandi in poco tempo.


arredamento stampato in 3d -particolare 1

Arredamento stampato in 3D, quando l'Arte incontra l'Additive Manufacturing

Testi di all3dp.com
Immagini e progetto di piegatto.com

TRUSSCHAIR - chaise longue stampata in 3D, bellezza e forma nel design contemporaneo firmato Piegatto

Caso studio sulla tecnologia Delta WASP: come un Architetto guatemalteco crea progetti di arredamento stampato in 3d incredibilmente intricati, ottenibili solo con una stampante 3D Delta WASP di grande formato.

arredamento stampato in 3d- Piegatto Truss chair
TRUSSCHAIR - chaise longue stampata in 3D

Macchina per sculture: ecco come un artista vede una stampante 3D. Per il designer di mobili, architetto e artista Alejandro Estrada, la sua stampante 3D è uno strumento alla pari di un martello e uno scalpello. Non ha scelto questo metodo perché era più veloce, più economico o più facile. Crea con una stampante 3D perché questa tecnologia espande ciò che è possibile fare nel design e sfida la sua immaginazione.

"Quando sai come disegnare una linea, è del tutto irrilevante se è con un bastone, con la mano, con una matita o con un computer", dice. "E quando sai come disegnare una linea e trovi modi molto più accurati per farlo, allora prendi questo nuovo modo di fare per creare un'opera d'arte."

L'arte di Estrada include il design contemporaneo di mobili attraverso l’Additive Manufacturing, in particolare con la tecnologia del produttore italiano di stampanti 3D, WASP.

CASE STUDY AT A GLANCE

Tipo di stampa: pezzo finale, chaise longue stampata in 3d
Opzioni: stampaggio ad iniezione vs FDM
Industria: Forniture Design
Volume di stampa 3D: 1 a settimana in media
Materiale di stampa: vari PLA, pellet composito di legno
Stampante selezionata: Delta WASP 3MT INDUSTRIAL 4.0
Investimento stampante: $ 40.000 con accessori
Tempo al ROI: previsto: 1,5 anni

Piegatto - Truss Chair
TRUSSCHAIR - chaise longue stampata in 3D

L’Arte incontra la tecnologia con unicità e bellezza

I mobili stampati in 3D di Estrada non sono solo un'espressione artistica, ma sono espressione dell Additive Manufacturing perché produce solo oggetti che non possono essere realizzati in nessun altro modo. "Se pensi che puoi farlo con le mani o che può essere fatto con un altro strumento, allora non ha alcun senso stamparlo in 3D", dice.

Alcuni designer potrebbero immaginare una sedia, quindi cercare un modo unico per produrla. Invece, Estrada inizia con il metodo - la stampante 3D - e poi, con un'intima comprensione delle sue capacità, immaginando che tipo di sedia si potrebbe produrre. 

E con questo approccio è nata la linea di mobili per esterni Truss. Al dettaglio nelle esclusive gallerie di forniture design di New York, Miami e Los Angeles, ogni mobile di Estrada creato dalla sua azienda, Piegatto, è un oggetto d'arte solido, intricato, bello e confortevole. Stampato da PLA biodegradabile e resistente alle intemperie con aperture che creano trasparenza, la sedia si allunga in alcune parti e rimane robusta in altre.

Non molte stampanti 3D sono in grado di produrre stampe a questo livello di complessità e dimensioni e trovare la stampante giusta ha richiesto tempo e test ad Alejandro Estrada.

Scelta della stampante e del materiale giusto

Dozzine di produttori di stampanti espongono le loro macchine alla fiera IDTechEx in California ogni anno. Estrada ha incontrato diversi produttori e ha ristretto la scelta a quell’azienda che sembrava avere la qualità e le dimensioni di cui aveva bisogno per creare mobili da esterno unici. Ha viaggiato in Germania, condotto test di stampa ed è stato molto vicino all'acquisto di una macchina, dice. “Ma il grosso problema era che potevamo solo acquistare il materiale attraverso loro e, per il solo costo del materiale, una sedia avrebbe avuto un prezzo di circa $ 700. Per quello che volevamo fare, non aveva alcun senso ".

Il materiale doveva essere meno costoso. Bobine di filamenti, che partono da $ 20 al chilogrammo, erano fuori discussione per creare una sedia a grandezza naturale. Invece, Estrada ha esaminato i materiali termoplastici in forma di pellet, che possono arrivare a $ 2,50 al chilogrammo.

Più comunemente usato nello stampaggio a iniezione, il pellet non solo è meno costoso ma è disponibile in una gamma più ampia rispetto al filamento, incluso un lungo elenco di prodotti riciclati e sostenibili. Inoltre, poiché un grande volume di materiale a pellet viene alimentato tramite una tramoggia nell'estrusore, le stampanti 3D a base di pellet in genere sono in grado di stampare oggetti di grandi dimensioni più rapidamente rispetto alle stampanti a filamento.

La sostenibilità è un aspetto importante dei progetti di Piegatto. Non solo i mobili sono realizzati con materiali sostenibili, ma il processo deve creare pochi rifiuti, che è un segno distintivo della produzione additiva.

Un artista innovativo incontra una stampante innovativa

Le esigenze in termini di materiale, dimensioni e qualità hanno portato Estrada da WASP.

Noto per la sua missione di stampare in 3D case in terra cruda con l’obiettivo di risolvere i problemi abitativi del mondo, WASP è cresciuto nel corso degli anni per offrire una vasta gamma di stampanti industriali per l'edilizia, l'architettura e il design, l'arte e la cultura, l'energia, i dispositivi medici e il cibo.

stampante 3d industriale
Delta WASP 3MT INDUSTRIAL 4.0

Le prove eseguite sulla stampante industriale Delta WASP 3MT INDUSTRIAL 4.0 hanno convinto Estrada a investire. Sebbene WASP offra un servizio di stampa, l'acquisto della stampante a $ 40.000 con accessori, ha più senso, afferma, non solo perché la sua società di progettazione si trova a Città del Guatemala, in Guatemala, a circa 10.000 miglia di distanza da WASP, ma perché il suo processo creativo ha richiesto molteplici interazioni e test.

"Immagina tutte le prove e gli errori che facciamo", afferma Estrada, "sarebbe impossibile farlo con un servizio di outsourcing".

Le due stampanti 3D WASP di Piegatto (possiede anche la Delta WASP 40100 Clay) funzionano quasi ogni giorno quando non ci sono blackout elettrici, che sono comuni in Guatemala. Ci vogliono sei giorni per stampare una sedia Truss e la domanda dei clienti è alta.

"Stiamo lavorando su alcune panchine modulari per un centro commerciale, nonché su alcuni piccoli pezzi e vasi", afferma Estrada. "E l'altra cosa è provare e ancora provare."

Stay tuned to Piegatto per le creazioni più innovative di Alejandro Estrada, un visionario che spinge sempre più avanti i confini della produzione additiva per il design.


allestimento stampato in 3d WASP hub Macerata - parete esterna

Un allestimento stampato in 3D con bioplastiche

Si conferma nuovamente che per la realizzazione di opere di grande formato la rete dei WASP HUB è vincente.

WASP Hub Macerata (Design For Craft) e la rete dei WASP Hub infatti hanno stampato 360 elementi in bioplastica caricata a legno con Delta WASP 3MT.

allestimento stampato in 3d WASP hub Macerata

Delta WASP 3MT Risulta la stampante perfetta per la fabbricazione digitale di installazioni e opere di arredamento. Grazie alla tecnologia pellet, quindi la possibilità di stampare direttamente il granulo, i costi di produzione sono inferiori, e la produttività è maggiore.

“Abbiamo disegnato e prodotto in piccola serie, per l’azienda Grottini Retail Environments, un supporto per smartphone che funziona anche come cassa acustica passiva. E’ stata usata la stessa geometria elaborata nella progettazione delle pareti del loro spazio espositivo Agorà (presso l’Euroshop di Düsseldorf) e lo stesso materiale. L’obiettivo è quello di offrire ai visitatori un’esperienza completa e totalmente personalizzata”
WASP Hub Macerata - Design For Craft

allestimento stampato in 3d

Il booth dell’azienda Grottini presso l’Euroshop, denominato Agorà, è stato progettato da un team internazionale e multidisciplinari con l’obiettivo di creare un’esperienza ricca e coinvolgente, in grado di coinvolgere tutti i sensi, grazie alla compresenza di tecnologie multimediali che lavorano in modo coordinato con il design.

WASP Hub Macerata (Design for Craft) ha fornito i pannelli che compongono le pareti perimetrali dello spazio, realizzandoli tramite fabbricazione digitale additiva alimentata a PLA pellet.

Il design di questi elementi è frutto di un atteggiamento progettuale biomimetico, nato dall’osservazione dell’”endoscheletro” presente in alcuni vegetali, come i cactus, ad esempio. Le membrature fibrose dell’interno di un cactus, appunti, sono state acquisite usando uno scanner 3D, tramite un processo di reverse-engineering, è stato tradotto in un algoritmo che ne descrive la genesi morfologica usando il software di modellazione parametrica Grass Hopper. In questo modo il software ha elaborato disegni differenti semplicemente variando alcuni input dell’algoritmo ed è stato così possibile progettare 6 varianti generate dallo stesso modello originario per ottenere una variabilità di disegno sull’intera superficie da gestire, circa 190 mq.

parete allestimento stampato in 3d WASP hub Macerata

La produzione dei 360 pannelli è avvenuta grazie ad una stampante 3D di grandi dimensioni: Delta WASP 3MT.

Il materiale utilizzato è una bioplastica in pellets di PLA e polvere di legno; questi, oltre ad avere caratteristiche di biodegradabilità, hanno donato agli elementi prodotti una finitura dall’aspetto naturale che ricorda il legno naturale.

allestimento stampato in 3d WASP hub Macerata - parete esterna

L’aspetto finale delle pareti è particolarmente scenografico poiché la variabilità del disegno lungo la direzione verticale ha fatto sì che venisse percepita una sorta di onda in contrazione, così da controllare la trasparenza visiva tra interno ed esterno regalando dinamismo all’intera superficie.

Credits:
Progetto ed immagini: Design For Craft

Stampante 3D per grandi dimensioni

WASP 3MT HDP - big 3d printer

3MT HDP è la stampante 3D progettata per stampe imponenti. Con la tecnologia High Definition Pellet, puoi stampare Pellet in maniera veloce e precisa. I granuli di Pellet sono 10x più economici dei filamenti e riducono il tempo di stampa. In più, puoi stampare 24/7 grazie al sistema di alimentazione continua (Continuous Feeding System).


Service stampa 3d

CREDITO D’IMPOSTA 2020

NUOVO ANNO NUOVO INCENTIVO: SOSTITUZIONE DI SUPER E IPER AMMORTAMENTO CON CREDITO D’IMPOSTA 2020.

Superammortamento e iper ammortamento nel 2020 diventano Crediti d’Imposta ancora più vantaggiosi. Il Ministero dello Sviluppo Economico ha approvato un “Piano Transizione 4.0” che consente anche alle PMI di integrare alla produzione stampanti 3D e beni tecnologici. Non solo le medie e grandi imprese potranno beneficiare del “Piano Transizione 4.0” ma anche quelle di dimensioni minori potranno ricevere incentivi molto convenienti in vista di un aggiornamento alle nuove tecnologie.

Tutta la Linea Delta WASP INDUSTRIAL 4.0 e la formazione tecnica rientrano in questo incentivo. Tutte le linee sono comunque acquistabili tramite leasing o noleggio operativo.

Cosa cambia

Nel 2020 avviene dunque una sostituzione. I precedenti superammortamento e iper ammortamento dal 2020 infatti diventano un Credito d’Imposta.

Come cambia l’Iperammortamento

Come cambia il Super ammortamento 2020

Oltre a queste revisioni di super e iper ammortamento, nella Legge di Bilancio 2020 viene varata anche una riforma per il credito d’imposta su Ricerca e Sviluppo (R&S) e sulla Formazione 4.0.

Credito d’imposta su Ricerca e Sviluppo (R&S), innovazione e design:

Credito d’imposta per Formazione 4.0

per maggiori info sul Bonus Formazione prorogato anche per quest’anno:

https://www.informazionefiscale.it/bonus-formazione-4-0-cos-e-come-funziona-credito-imposta-decreto-attuativo

  • La misura, varata nel 2018, viene prorogata per il 2020.
  • Vengono semplificati gli accessi alla misura
  • Vengono inclusi gli ITS tra i soggetti abilitati all’erogazione della formazione.

Leddi di più sulla transazione 4.0 a questo link:

https://www.sviluppoeconomico.gov.it/images/stories/documenti/transizione40_web.pdf

Qualcosa non ti è chiaro? Ti supportiamo noi! Ogni giorno aiutiamo clienti o possibili clienti ad entrare a far parte del mondo WASP tramite credito d'imposta.


Fabbricazione Digitale e Arte in dialogo by WASP Hub Venezia

Processi di fabbricazione digitale, stampa 3D, bioplastica e unione tra tecnologia e artigianalità sono gli elementi che rendono possibili nuovi processi di creazione e riproduzione dell’opera d’arte, in modo assolutamente dettagliato, rapido ed economico.

Fablab Venezia è stato recentemente impegnato nella realizzazione di un manufatto artistico di grande formato, in collaborazione con la galleria di Londra SoShiro e partendo da un bozzetto in scala dell’artista Arlene Wandera.

L’opera, dal forte significato simbolico, rappresenta una figura femminile che indossa una grande collana metallica, rappresentazione simbolica dei gioielli tipici del popolo pokot. Il lavoro dell’artista si concentra infatti sui temi del fare quotidiano e dell’empowerment femminile.

La fabbricazione segue processo articolato, che esplora le grandi potenzialità della fabbricazione digitale in campo artistico: il bozzetto alto circa 20 cm, creato a mano da Wandera, è stato scansionato ottenendo un modello digitale dettagliato; questo è stato suddiviso in porzioni e ottimizzato per la stampa e il successivo assemblaggio.
Per la fase di stampa sono state utilizzate diverse macchine di medio e grande formato in dotazione a Fablab Venezia: Delta WASP 4070 INDUSTRIAL 4.0, Delta WASP 60100 e Delta WASP 3MT con estrusore a filamento, il materiale impiegato è il PLA.

Alla fase di assemblaggio è seguita la post-produzione e finitura della scultura, utilizzando resine apposite e stucco, il processo si è concluso con la verniciatura a rullo e pennello.
Per la produzione della struttura a collana sono state impiegate tecniche di fresatura, taglio laser, e piegatura a caldo.

Il risultato è un’opera potente, esatta riproduzione del modello in scala; la galleria inglese, alla sua prima esperienza con la fabbricazione digitale, è rimasta piacevolmente colpita dalle potenzialità intrinseche di una tecnologia, la stampa 3D, che si sta avventurando sempre più verso nuove applicazioni, al di là della prototipazione nel campo della manifattura.

Credits:
Testo articolo ed immagini: Fablab Venezia


WASP sponsor tecnico del Vincitore della Expo Dubai 2020 Design Competition

La Delta WASP 3MT sperimenta la stampa 3D su tessuto

Il nostro pay off è: Your Dimension, Your Material, Our Solution e ogni giorno WASP lavora per creare network e garantire ai clienti risposte adeguate e su misura.

Quando Shapemode, studio di progettazione specializzato in fabbricazione digitale e tecnologie innovative di stampa additiva, con sede a Milano, ci ha chiesto di collaborare al progetto SIKKA un progetto unico basato sulla combinazione innovativa di tessuti e tecnologia di stampa 3D, abbiamo risposto con entusiasmo.

https://www.youtube.com/watch?v=jHze7Kbk6Dg&t=2s

La stampante Delta WASP 3MT  è una macchina che stampa grandi formati ed è stata fondamentale per raggiungere i risultati finali e consentire al team di andare oltre la sperimentazione, fino alla produzione finale.

Il progetto è basato sulla combinazione innovativa di materiali rigidi e materiali flessibili e attraverso un processo sperimentale la stampa 3D è stata realizzata su tessuto.

Creato da un team di architetti e designer del Politecnico di Milano e dell’istituto NUMEN, SIKKA apre una nuova strada nell’industria tessile. Il processo di prototipazione prevede la stampa 3D con tecnologia FDM (stampa 3D a pellet) su tessuto elastico. Il tessuto, venuta meno la tensione, genera una deformazione selettiva del piano e curvature superficiali estremamente complesse. Il tessuto composito viene quindi piegato, tagliato e/o laminato per ottenere ulteriori effetti estetici e funzionali. Sebbene di natura sperimentale, il processo si traduce in superfici visivamente convincenti con caratteristiche performative uniche.

SIKKA avrà l’onore di rappresentare l’innovazione italiana durante l’evento EXPO del prossimo anno che si terrà da ottobre 2020 ad aprile 2021, e in altri eventi nazionali dedicati al design. L’iniziativa della Design Competition, giunta alla sua settima edizione nel 2019, si concentra sulla realizzazione di progetti innovativi e relativi prototipi frutto di collaborazione tra aziende locali e designer di età inferiore ai 35 anni.

Shapemode ha vinto il concorso come il migliore tra i 20 progetti selezionati per essere esposti all’Expo 2020.

La combinazione di tessuto elastico e plastica era già stata testata in elementi di piccole dimensioni, ma il progetto SIKKA ha portato questa esperienza a un oggetto di grandi dimensioni per la prima volta grazie alle stampanti Delta WASP 3MT


La Mano del Colosso a Homo Faber by WASP Hub VENEZIA

Quali sono gli orizzonti della stampa 3D di grande formato FDM/FFF? Quali i limiti? La volontà di esplorare le potenzialità della fabbricazione digitale in senso ampio nel campo delle installazioni, dei manufatti di grandissimo formato, dei sistemi spaziali e d’arredo ci ha portato a confrontarci con una serie di realizzazioni tra le quali la Mano del Colosso, per la mostra Homo Faber 2018, è una delle più rilevanti.
L’arrivo al laboratorio, ormai un anno fa, della stampante di grandissimo formato Delta WASP 3MT INDUSTRIAL 4.0, unita alla specializzazione del laboratorio nella gestione di progetti complessi e articolati, ha infatti marcato l’inizio di una fase di sperimentazione e ricerca legata alla stampa 3D di grandissime dimensioni.

Homo Faber 2018

La mostra-evento Homo Faber, organizzata da Michelangelo Foundation all’interno della Fondazione Cini, nell’isola di San Giorgio a Venezia, intende valorizzare il meglio dei mestieri d’arte, contemporanei e tradizionali, e dei loro legami con il mondo del design.

Fablab Venezia ha contribuito alla realizzazione dell’allestimento “Singular Talents”: fabbricazione digitale e realtà aumentata accompagnano il visitatore alla scoperta dei laboratori artigiani di 12 maestri, ambasciatori di mestieri antichi e dell’artigianato d’eccellenza. A guidarci all’interno delle loro botteghe è un gigante virtuale, la cui enorme mano accoglie il visitatore all’ingresso della sala.

La realizzazione della mano del Colosso

https://youtu.be/itnS49NJLIY

L’installazione, lunga circa cinque metri, è stata realizzata interamente grazie alla stampa 3D a filamento.

Formalmente, si è deciso di modellare una mano, dall’andamento morbido, che si andasse via via smaterializzando in una struttura reticolare.
L’intero volume delle dita e del palmo è stato suddiviso in parti di dimensioni adatte alla stampa, la cui connessione è stata risolta tramite linguette con la predisposizione dei fori per la successiva giunzione con viti.

L’approccio parametrico ha permesso di governare la complessità delle parti e, soprattutto, di disegnare e realizzare la parte reticolare, che è definita da un algoritmo in grado di trasformare semplici insiemi di punti in sistemi di nodi e aste.

I pezzi, stampati utilizzando le stampanti 3D di WASP in dotazione al laboratorio (Delta WASP 2040 PRO, Delta WASP 4070 INDUSTRIAL, Delta WASP 3MT INDUSTRIAL 4.0 ), sono stati assemblati in macro sezioni, poi post-prodotte e rifinite utilizzando resine e stucchi appositi. Il processo si è concluso con una finitura tramite verniciatura di tutti i componenti.

Complessità e risultati

Un lavoro che ha richiesto un grande impegno tecnico, ma che ci ha dato grandissima soddisfazione; un’esperienza esemplare che ha richiesto un’elevata attenzione progettuale, capacità di coordinamento delle varie fasi, e un certo sforzo artigianale nella fase di post-produzione manuale.

Credits:
Testo articolo ed immagini: Fablab Venezia
Organizzatore: Michelangelo Foundation
General Contractor: Civita Tre Venezie
Progetto allestimento Sala delle Fotografie: Arch. Pedron – La Tegola

Organizzatore: Michelangelo Foundation
General Contractor: Civita Tre Venezie
Progetto allestimento Sala delle Fotografie: Arch. Pedron – La Tegola

Organizzatore: Michelangelo Foundation
General Contractor: Civita Tre Venezie
Progetto allestimento Sala delle Fotografie: Arch. Pedron – La Tegola


Dante-Plus-Ravenna

DantePlus

MOSTRA COLLETTIVA UNO, NESSUNO E CENTOMILA VOLTI

La mostra collettiva “Uno, nessuno e centomila volti” presso la Biblioteca Oriani in programma a settembre, mese in cui l’intera città di Ravenna ricorda il poeta, riunisce un gruppo di circa 30 artisti, diversissimi gli uni dagli altri che, dall’illustrazione al fumetto e alla street art renderanno omaggio a Dante proponendo ognuno la propria versione del volto del Poeta.

La sede scelta per questa iniziativa culturale è la prestigiosa Biblioteca di Storia Contemporanea “Alfredo Oriani” di Ravenna, situata di fianco alla tomba del Sommo.

 

La grande novità di quest’anno sarà l’utilizzo delle nuove tecnologie, come la realtà aumentata attraverso l’applicazione per cellulare gratuita ARIA The AR Platform che animerà alcuni volti di Dante.

 

https://youtu.be/_DwhCbZkLTk?t=33

 

Il tema della tecnologia ci vede direttamente coinvolti, infatti WASP è sponsor d’eccezione dell’evento. Per l'occasione abbiamo stampato con Delta WASP 3MT INDUSTRIAL 4.0 un Dante Alighieri di 2,5 metri. il design del progetto è stato realizzato dall’artista Luca Tarlazzi.

 

 

Inoltre, sarà installato un robot raffigurante Dante Alighieri alto circa 4 metri, realizzato dell’artista LABADANZsky con materiali di recupero, che verrà collocato nei giardini della biblioteca.

Ospite d’eccezione il grande maestro del fumetto Milo Manara, autore dell’immagine cardine della mostra.

 

PERIODO DI SVOLGIMENTO

Inaugurazione venerdì 6 settembre

6 settembre 2019 – 20 ottobre 2019

SPONSOR

Bonobolabo, compartecipazione con il Comune di Ravenna

Assicura s.r.l. – Simatica Group – WASP – Magazzeno Art Gallery

 

https://www.instagram.com/p/B0LG9R8IaSD/?utm_source=ig_web_options_share_sheet

 

 


scultura 3D ABS-WASP

Una scultura gigante in ABS stampata in 3D

https://www.youtube.com/watch?v=tIHdCCVHUhs&feature=youtu.be

Il mondo delle stampanti 3D è ormai inserito nella maggior parte dei processi produttivi grazie alla stabilità tecnologica e al miglioramento dei materiali tecnici come l’ABS.
I campi di applicazioni sono infiniti: medicale, edilizia, cibo, arredamento fino al mondo della scultura.
In questo caso WASP ha realizzato una scultura di 4 metri x 2,5 metri stampata in ABS con la stampante 3D Delta WASP 3MT industrial 4.0

Scansione 3d

Siamo partiti da un scultura di piccole dimensioni di un toro stilizzato, il quale successivamente doveva essere replicato in scala monumentale.
Iniziamo quindi da una scansione 3D

Scansione 3D con Artec Eva

In questo progetto abbiamo utilizzato lo scanner 3D Artec Eva, uno strumento di acquisizione di oggetti tramite luce strutturata. Si tratta di un processo in cui viene proiettato sulla superficie del pezzo un pattern luminoso che andrà a determinare la ricostruzione in digitale del soggetto.

Il file ottenuto è stato ridimensionato scalandolo da 20cm a 400cm. Per stampare in 3D oggetti di queste dimensioni è necessario una stampante 3D grande, e un processo di stampa rapido.

Estrusore pellet per ABS

La soluzione è la stampante 3D Delta WASP 3MT INDUSTRIAL 4.0, che grazie alle sue dimensioni è in grado di realizzare oggetti fino a 1 metro di stampa anche in ABS.
Inoltre la possibilità di stampare con l’estrusore pellet, consente l’utilizzo di ugelli con diametro fino 3 mm, e quindi stampare oggetti con un’altezza del layer 10 volte più alta rispetto il normale.

Significa che normalmente stampando con il classico filamento e adoperando ugelli di diametro 0,4 mm, un pezzo da 10 ore con l’estrusore pellet lo si realizza in 1 ora sola.

D’altra parte la possibilità di ridurre i tempi di stampa alzando il valore di altezza layer, crea inevitabilmente una superficie più grezza , caratterizzata dai vari strati di stampa.
Per molti nel mondo del progettazione diventa anche una caratteristica estetica e di design come Iride, e la Bike Chair.

Prima e dopo la post produzione dell'ABS

Ma vedremo nei capitoli successivi come poter eliminare i vari strati durante la post produzione.

Stampa continua in ABS con Delta WASP 3MT Industrial 4.0

Una volta scalata la scultura, tramite il software Meshmixer è stata suddivisa in più parti per ottimizzare i tempi di realizzazione. Quattro stampanti hanno lavorato in sincronia producendo 2 pezzi per stampante al giorno.

Pezzi in ABS stampati in 3D con Delta WASP 3MT Industrial 4.0
Fase di assemblaggio dei pezzi stampati in ABS

Grazie alle migliorie tecniche che abbiamo implementato sulla stampante 3D Delta WASP 3MT INDUSTRIAL 4.0, in 3 giorni i 25 pezzi in ABS erano pronti da assemblare.

Il serbatoio pellet da 50 kg ad auto alimentazione e il sensore di fine materiale hanno fatto si che le stampanti abbiano lavorato 24 ore su 24 senza mai fermarsi. Il sistema in sostanza riconosce quando il pellet è quasi finito all’interno dell’estrusore e in automatico si auto alimenta.

Serbatoio per auto alimentazione Pellet

Scultura in 3D: l’ABS è un ottimo materiale per la post produzione

Mentre le stampanti finivano di produrre i pezzi mancanti, due operatori WASP, iniziavano l’assemblaggio delle parti già realizzate.

Scultura stampata in 3D in ABS

La scelta del materiale da stampare è molto importante, specialmente in termini di utilizzo finale:
dovrà essere posizionato all’aperto? 
sarà sottoposto a fonti di calore?
dovrà resistere a urti o compressioni?
Inoltre la scelta va fatta anche considerando se il prodotto finito dovrà essere carteggiato, verniciato o comunque dovrà subire processi di post produzione.

Scultura stampata in 3D 4m x 2.5m

La scultura stampata in 3D in questione doveva essere liscia, verniciata e posizionata in un giardino, ecco che la scelta dell’ABS è risultata la soluzione perfetta per questa applicazione.

Scultura 3D e post produzione: ABS Juice

Una miscela di acetone e granuli di ABS (si possono recuperare anche scarti o supporti in ABS), è stata utilizzata come collante tra le varie parti stampate. 

Fase di incollaggio tra i pezzi in ABS

L’ABS diluito nell’acetone consente una perfetta adesione/fusione tra le varie sezioni rendendo la scultura un unico oggetto solido, resistente al calore e agli agenti atmosferici.
La miscela inoltre se utilizzata come stucco, è perfetta per uniformare l’intera superficie

Finitura degli strati con la miscela di ABS Juice

Con spatola, guanti e mascherina, arrivare al pezzo liscio è un attimo.
Infine carta vetrata alla mano e la scultura è pronta ;-)

Scultura verniciata

La DELTA WASP 3MT al BURNING MAN nel Deserto del NEVADA

Con un mood che ricorda tantissimo Mad Max si svolge ogni anno dal 1991 presso Black Rock City, nel deserto del Nevada il Burning Man Festival. L’evento cardine da cui prende il nome la manifestazione è il grande falò di un imponente fantoccio di legno, tradizione che continua dal 1986, quando Larry Harvey e Jerry James, i fondatori del Festival, festeggiavano il solstizio d’estate bruciando un pupazzo alto circa 3 metri sulla Baker Beach di San Francisco. Lo spirito dell’evento è selvaggio ed è descritto dagli organizzatori come una sorta di “esperimento sociale“, dove ognuno può sentirsi libero di esprimere se stesso con esibizioni, balli, mostre e persino workshop.

Una delle particolarità del Festival è la presenza massiccia di veicoli mutanti, ovvero vetture trasformate nelle maniere più bizzarre e creative possibili e, cosa da non trascurare, il pagamento tramite la forma di scambio del baratto. Partecipare al Burning Man Festival è un’esperienza unica e piena di adrenalina, un’occasione per tirare fuori il nostro lato più autentico, senza costrizioni, limiti o regole.

Nel centro dell’area riservata al Festival viene costruita ogni anno una struttura che deve rispettare i Principi del Festival quali Civic Responsibility e Leaving No Trace e rappresenta il
Burning Man Temple.

È uno dei luoghi più significativi del Burning Man festival, rappresenta un portale per la guarigione, la condivisione di esperienze emotive, la creazione di profondi legami con se
stessi e gli altri e poi si brucia tutto nell'ultimo giorno.

Il tempio è un posto speciale per la comunità per pregare, guarire e liberare il dolore. È un luogo dove per piangere, insieme, per le nostre perdite, che si tratti di una persona amata o di una persona anziana. Il tempio aiuta a riflettere su queste emozioni e ti connette a tutti gli altri nei loro dolori e nelle loro speranze.

Al Burning Man Festival del 2018, il celebre architetto Arthur Mamou-Mani ha progettato e costruito il tempio Galaxia che celebra la speranza nell'ignoto, nelle stelle, nei pianeti, nei buchi neri, nel movimento che ci unisce in vorticose galassie di sogni. Galaxia era formato da 20 capriate in legno che convergevano come una spirale verso un punto nel cielo.

Le capriate triangolari formavano diversi percorsi verso uno spazio centrale terminante con un gigantesco mandala stampato in 3D, il cuore di Galaxia. I primi moduli di legno partivano abbastanza grandi da contenere piccole alcove in cui le persone potevano scrivere in pace i messaggi da bruciare con il tempio e poi mentre si percorreva il sentiero sotto Galaxia, i moduli di legno si sollevavano e diventavano più sottili verso il cielo al fine di raggiungere il mandala centrale.

Nel centro del cuore di Galaxia c’era un insieme di oggetti  che cadevano da varie altezze dalla parte più alta del soffitto  del tempio. Questi oggetti rappresentano le lacrime delle persone all’interno del tempio della guarigione dal dolore.  Questi oggetti sono stati stampati in 3D con materiali bio-palstici dalla DELTA WASP 3MT Industrial con il software open source Silkworm per Grasshopper3D. 

3DPrinted Teardrop è il nome del singolo oggetto creato da WASP per Galaxia. Rappresentava le lacrime di tristezza e gioia che si condensavano in un movimento incandescente centrale e si elevavano verso il cielo mentre al di sotto di queste lacrime sospese vi era un’increspatura nel terreno, raffigurante la caduta prevista della lacrima.

Ecco un'immagine prima della realizzazione:

Il design è stato progettato a Londra, il lavoro di ottimizzazione del codice è stato gestito in remoto da WASP a Massa Lombarda. I cinquanta pezzi 3DPrinted Teardrop sono stati stampati a Reno con una stampante Delta WASP 3MT installata all'interno di The Generator, uno spazio dedicato alla costruzione di varie strutture per il Burning Man.

La partnership con lo Studio Arthur Mamou-Mani è una milestone per WASP che ha fondato un WASP HUB a Londra con il quale lo Studio collabora alla creazione e produzione di pezzi in stampa 3D di varie dimensioni e vari materiali per progetti di respiro internazionale. 

Questo video mostra la costruzione del colossale Tempio Galaxia del Burning Man 2018:

https://www.youtube.com/watch?v=jI45EWdyPHU

Devi sapere che tutte le attività dedicate alla realizzazione del Festival sono gestite da volontari. L'organizzazione e il management dietro un evento simile sono gigantesche. Ma tutti i volontari sono guidati da: una grande passione per il progetto, visione, utopia, amore.

Davide e Cristiano del Team WASP sono volati a Reno per partecipare volontariamente e attivamente all'evento. Il reportage è stato realizzato da Cristiano in condizioni spesso sfavorevoli, il che lo rende veramente autentico.

https://youtu.be/GuxfpltBjF4

Alcuni momenti vissuti da Davide e Cristiano durante l'evento, uno dei più emozionanti di questi: il matrimonio di Arthur.

Questo fantastico video racconta uno degli eventi centrali del Festival. Saremo sempre grati a David e Christian per averci permesso di bruciare le nostre lettere con il tempio della guarigione dal dolore.

https://www.youtube.com/watch?v=8D7lmFgFq98

Eccoli impegnati in una delle fasi più importanti: la pulizia del deserto. I volontari puliscono il sito in modo che non rimanga nulla del passaggio dell'essere umano. Per questo motivo, durante l'evento, acqua, cibo e rifiuti sono meticolosamente gestiti e controllati.


WASP e Fabio Novembre insieme per SAMMONTANA

Progetto ICE-DREAM: stampa 3d arredamento in plastica riciclata made in WASP

WASP è considerato una eccellenza nel mondo del Design per la creazione di arredi frutto di un innovativo processo di 3D printing che utilizza Bio plastica, plastica riciclata e riciclabile. Durante la Design Week 2019 Sammontana ha voluto che il noto architetto e designer Fabio Novembre firmasse la prima collezione di oggetti sostenibili in mostra all’Hotel Magna Pars, nel cuore di zona Tortona: il Lido Sammontana.

Stampa 3d arredamento, la collezione d’arredi è immaginata per il mondo outdoor: bar e stabilimenti balneari all’italiana, luoghi che hanno a che fare con l’energia vibrante e positiva del periodo estivo, delle vacanze attese tutto l’anno, delle golose pause gelato che caratterizzano i momenti più piacevoli della giornata.

Le sedute, le sedie a dondolo e i tavolini, di un vivace colore giallo e nella versione trasparente, devono la propria forma al concetto di vortice, quello dell’acqua o della coppa gelato: anelli concentrici che costruiscono geometrie e linee, e che suggeriscono una continua tensione verso il futuro, verso una idea di concepire gli oggetti che debba tenere necessariamente conto del loro impatto ambientale di oggi e di domani.

WASP ha impiegato il suo Service di stampa 3D per sviluppare “ICE-DREAM” dalla fase progettuale digitale alla fase realizzativa, utilizzando le stampanti DELTA WASP 3MT Industrial 4.0, macchine intelligenti ed evolute connesse alla rete e controllabili da remoto in grado di stampare con precisione oggetti di grandi dimensioni.

ICE DREAM
Tempo di stampa: 10 ore
Risoluzione layer: 1mm
Materiale: Bio plastica

Un mondo più pulito. WASP produce la Delta WASP 3MT Industrial 4.0 che è una stampante in grado per realizzare e generare nuove forme utili partendo dai rifiuti di plastica e nuovi materiali come la Bio plastica, la plastica riciclata e riciclabile.

ICE DREAM è una collezione di oggetti sostenibili in bioplastica stampata in 3D
con Delta WASP 3MT Industrial 4.0
con materiale bioplastico
Designed by Fabio Novembre

DELTA WASP 3M INDUSTRIAL
stampante 3d industriale

WASP e Arthur Mamou-Mani presentano il Progetto CONIFERA per COS

Progetto CONIFERA: esempio di fabbricazione diffusa e tecnologia WASP

ll marchio di moda COS ha collaborato con l’architetto francese Arthur Mamou-Mani per presentare un’installazione architettonica stampata in 3D su larga scala durante la Design Week 2019. Il progetto CONIFERA è composto da mattoni bioplastici rinnovabili realizzati da WASP con le stampanti DELTA WASP 3MT Industrial 4.0.

Un progetto enorme, ambizioso. Lo Studio Arthur (WASP Hub London) in collaborazione con gli Hub di Milano, Venezia e Macerata ha infatti realizzato il progetto più grande al mondo stampato in 3D da una rete di WASP HUB connessi e strutturati per realizzare 700 pezzi stampati con la DELTA WASP 3MT Industrial 4.0. Questa stampante permette stampe di grandi dimensioni in tempi ridotti grazie all’utilizzo di bioplastiche e plastiche riciclate partendo dal pellet.

Questo è il primo vero esempio concreto di fabbricazione diffusa, un’impresa unica che rappresenta in pieno l’anima di WASP. Un’opera che si è concretizzata grazie al lavoro remoto della rete di centri di fabbricazione digitale in Europa che utilizzano la tecnologia WASP, per realizzare una stampa condivisa che concorre ad essere una delle più grandi al mondo.

Il progetto Conifera è un progetto internazionale che testimonia l’avanzamento tecnologico delle stampanti WASP che racchiudono versatilità, velocità e precisione.

700 moduli stampati
Tempo di stampa del singolo modulo:  80 minuti
Materiale: PLA

Design e additive manufacturing sono le parole chiave per creare nuove forme e ottimizzare nuovi processi di realizzazione, applicabili anche al settore industriale e non solo all’artigianato digitale.

Progetto Conifera è una installazione stampata in 3D
con Delta WASP 3MT Industrial 
con materiale PLA
Designed by Arthur Mamou-Mani

DELTA WASP 3M INDUSTRIAL 4.0
stampante 3d industriale

HOT & COLD Technology - cc

Hot & Cold Technology è il nuovo sistema di controllo attivo delle condizioni termiche di stampa.

Grazie infatti ad un efficiente metodo di riscaldamento ad opera di due sorgenti di calore interne vengono garantite temperature di stampa fino a 80 °C, senza gravare sugli elementi meccanici della macchina.

L’innovativo sistema di raffreddamento ad aria consente il mantenimento di temperature di esercizio al di sotto delle soglie critiche dei materiali dell’involucro.

https://youtu.be/dXYflb8do7c

Le prospettive che si aprono sono estremamente interessanti alla luce della crescente richiesta di materiali tecnici e di applicazioni sempre diverse. WASP accoglie tale sfida, assistendo l’utilizzatore nella scelta dei sistemi di estrusione e offrendo soluzioni specifiche per soddisfare ogni tipo di esigenza.

Licenza Creative Commons

Ci teniamo a dichiarare la Hot & Cold Technology di WASP protetto da Creative Commons.

Rivendichiamo questa innovazione tecnologica, un progetto di utilità, WASP sostiene la condivisione delle conoscenze. Confidiamo nelle regole non scritte ma universalmente condivise del mondo Makers. Il tipo di approccio che più si avvicina al nostro sentire è quindi Creative Commons, che prevede la pubblicazione delle conscenze con una limitazione dello sfruttamento ad uso commerciale.

Ci piacerebbe che, nel caso venisse violata la regola del Creative Commons, la comunità proteggesse il nostro contributo.

Licenza Creative Commons

Hot & Cold Technology di WASP è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.


Service stampa 3d

IPER AMMORTAMENTO 2019 PROROGA CON TRE ALIQUOTE

IPER AMMORTAMENTO 2019
PROROGA CON TRE ALIQUOTE

La Legge di Stabilità 2019 ha confermato la proroga dell'iper ammortamento per
gli investimenti in ricerca, sviluppo e innovazione. Si tratta di una agevolazione
legata all'acquisto di beni funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale
delle imprese secondo il modello “Industria 4.0”.
Nel 2019 però è prevista l’introduzione di una formula a scaglioni con tre aliquote
per l’applicazione dell'iper ammortamento sulla base del volume di investimenti
effettuati, con l’obiettivo di favorire le piccole e medie imprese.

Le tre aliquote corrispondono a:
270% per investimenti fino a 2,5 milioni €,
200% per investimenti da 2,5 a 10 milioni €,
150% per investimenti da 10 a 20 milioni €.

L’Iper ammortamento al 270% si applica a beni immateriali (licenze, software,
sistemi) e materiali (macchine, attrezzature, ecc.), acquistati anche in leasing, tra i
quali proprio Stampanti 3D, Scanner 3D e Macchine CNC che soddisfino
determinati requisiti di interconnesione, virtualizzazione, interazione ed
elaborazione.
I beni acquistati devono realmente essere interconnessi al sistema di fabbrica e
alle altre componenti del ciclo di lavorazione, ovvero essere realmente un
progetto industry 4.0 e non un semplice acquisto di nuove macchine per una
produzione tradizionale.

L'IPERAMMORTAMENTO E LE STAMPANTI 3D DI WASP

Scarica il pdf:
https://www.3dwasp.com/wp-content/uploads/2019/06/Iperammortamento_2019_WASP.pdf

Per usufruire dell'iper ammortamento è necessaria una autocertificazione dei
beni, o, in caso di bene superiore a 500 mila euro, una perizia giurata rilasciata da
un ingegnere o da un perito industriale iscritti nei rispettivi albi professionali o da
un ente di certificazione accreditato, attestante che il bene possiede
caratteristiche tecniche tali da includerlo negli elenchi ed è interconnesso al
sistema aziendale di gestione della produzione o alla rete di fornitura.
Stavolta non ci saranno bandi e sportelli, i soldi non andranno richiesti; al
beneficio si accede in automatico in fase di redazione di bilancio e tramite
dichiarazione sostitutiva del legale rappresentante o perizia giurata.
In pratica l’impresa verserà meno tasse.

Maggiori informazioni al link:
https://www.mise.gov.it/index.php/it/incentivi/impresa/iper-e-super-ammortamento


Simplify3D® compatibile con tutte le stampanti di WASP

Simplify3D® Software

Migliora la qualità di stampa con il più potente software di stampa 3D disponibile. Simplify3D® offre un controllo completo sulle impostazioni di stampa, rendendo più semplice la creazione di stampe 3D di alta qualità.
Avvia rapidamente le impostazioni preconfigurate ottimizzate per le stampanti 3D WASP, rivedi una simulazione della sequenza di creazione in modalità Anteprima e inizia la stampa 3D con sicurezza. Controllo totale significa incredibili stampe 3D!

Simplify3D® Software è ora acquistabile direttamente sul nostro shop

  • Il prodotto è un download elettronico che viene inviato via email dopo l’acquisto.
  • Il software è multipiattaforma e può essere installato su sistemi Windows, Mac OS X o Linux.
  • Il software è disponibile in inglese, tedesco, spagnolo, giapponese, francese o italiano.
  • Requisiti di sistema: processore Intel Pentium 4 o superiore, 2 GB o più di RAM. Windows XP o versioni successive, Mac OS X 10.6 o versioni successive, Ubuntu Linux 12.10 o versioni successive. Sistema compatibile con OpenGL 2.0. È necessaria una connessione Internet per l’installazione e l’uso continuato del software.

Simplify3D® Software e Delta WASP 3MT INDUSTRIAL 4.0

Delta WASP 3MT INDUSTRIAL 4.0 e Simplify3D® è un abbinamento perfetto! La licenza di Simplify3D è compresa con l'acquisto della nostra stampante 3D Delta WASP 3MT INDUSTRIAL 4.0.
Migliora la qualità di stampa con il più potente software di stampa 3D disponibile. Simplify3D® offre un controllo completo sulle impostazioni di stampa, rendendo più semplice la creazione di stampe 3D di alta qualità.


Manichini stampati in 3D all’evento FAB14

Manichini stampati in 3D all’evento principale del FAB14

WASP Hub Madrid, in collaborazione con FABRICADEMY, presenta al FAB14 2018 la prima serie di manichini stampati in 3D con la Delta WASP 3MT INDUSTRIAL utilizzando l’estrusore pellet, una tecnologia che ha permesso di stampare i manichini velocemente, pensate che ogni pezzo è realizzato in sole 3 ore.

File in stampa presso l'Hub di Madrid

Manifattura digitale e innovazione. Fab14 è l’evento internazionale durante il quale ogni anno oltre 1200 FabLab, provenienti da varie parti del mondo, si danno appuntamento per discutere, confrontarsi, condividere i risultati raggiunti finora grazie alla loro ricerca e alle loro sperimentazioni. Si tratta inoltre di un’occasione per far nascere importanti collaborazioni per il futuro.

Esp0sizione a Parigi photo credits FABRICADEMY

Dopo l’evento di apertura che si è svolto a Parigi, il FabCitySummit, quest’anno Fab14 si dipana in diverse tappe e località francesi, che sono state scelte a seconda delle tematiche affrontate: agricoltura e cibo, ecologia, economia, istruzione, energia, mobilità, scienza e ricerca, solidarietà, fino al “main event” di Toulouse, dal 16 al 22 luglio, che sarà dedicato espressamente alla fabbricazione digitale.

I manichini con i capi della FABRICADEMY sono esposti sia all’evento inaugurale di Parigi, sia a quello conclusivo di Toulouse, dove nei giorni 20 e 21 luglio sarà presente Gianluca Pugliese di WASP Iberia.
La Delta WASP 3 MT è una stampante multi tools che consente di creare oggetti in piena libertà. Può utilizzare diversi estrusori e in questo caso è stato montato l’estrusore pellet, che stampa direttamente il granulo.
Per informazioni info@wasp3d.es

WASP hub Madrid in collaborazione con


Bikechair

Seduta posturale stampata in 3D

Il progetto di Eni Versalis in collaborazione con WASP mette in luce le possibilità che la stampa 3d di grandi dimensioni offre.
Per questo progetto sono stati stampati, con Delta WASP 3MT INDUSTRIAL , materiali ottimizzati per la stampa in pellet, materiale termoplastico in grani fornito da Eni Versalis. Una sperimentazione congiunta che ha dato alla luce Bikechair, una seduta posturale per la ginnastica passiva firmata Gurioli Design, stampata in ABS. L’installazione vede in abbinamento il tavolo stampato con HDPE.
L’utilizzo di questi materiali performanti e il design dedicato danno la possibilità alla stampa 3d di confermarsi il cuore della fabbricazione digitale, che trasforma un progetto di design in un prodotto finito in scala 1:1.

Le sedute sono state presentate durante la fiera “PLAST”2018 a Milano presso lo stand di Eni.

Bikechair
Tempo di stampa: 10 ore
Risoluzione layer: 1mm
Materiale: ABS

Design e additive manufacturing sono le parole chiave per creare nuove forme e ottimizzare nuovi processi di realizzazione. Uno degli aspetti più interessanti della Maker Economy.

Bikechair è una seduta posturale stampata in 3D
con Delta WASP 3MT Industrial 
con materiale ABS in pellet
Designed by Giorgio Gurioli

DELTA WASP 3M INDUSTRIAL

scenografia stampata in 3d wasp

La prima Scenografia stampata in 3d

La collaborazione di WASP con il Teatro dell’Opera di Roma per l’allestimento della scenografia 3d di Fra Diavolo in scena nella capitale nell’ottobre 2017

scenografia stampata in 3d


La stampa 3d al Teatro dell’Opera di Roma

Una scenografia stampata in 3d. È forse la prima volta che accade, sicuramente non si trovano esempi simili negli allestimenti dei teatri nazionali: la stampa 3d è stata utilizzata per realizzare maschere e componenti d’arredo, mai un imponente impianto scenografico. Succede a Roma, per l’opera “Fra Diavolo” di Daniel Auber, regia di Giorgio Barberio Corsetti, direttore d'orchestra Rory McDonald, in scena al Teatro dell’Opera l’8 ottobre 2017, e in replica fino al 21: WASP è orgogliosa di esserne partner tecnologico.

https://youtu.be/vrKxwH8JZZc


WASP ha montato una Delta WASP 3MT INDUSTRIAL di fianco all’ingresso del Teatro dell’Opera di Roma. La stampante rimarrà al lavoro fino al giorno della “prima”, domenica 8 ottobre, e i tecnici di WASP si cimenteranno nella stampa del personaggio di Fra Diavolo in scala 1 a 1.

wasp teatro dell'opera fra diavolo - entrata teatro


Quando l’arte ispira l’industria generando lavoro e prodotti

Siamo sicuri – ha detto Carlo Fuortesche questa che abbiamo sperimentato qui per la prima volta per costruire delle scene sarà la tecnica del futuro. Del resto la storia dello spettacolo teatrale è sempre stata una storia di invenzioni, di sperimentazione di tecniche e di materiali. Oggi la stampa 3D è già presente in tutti i lavori di progettazione ma anche di costruzione di elementi in vari ambiti produttivi. Qui per la prima volta, grazie all’impegno e al lavoro di WASP, è impiegata per costruire la scenografia di un’opera”.

La sfida che ci è stata proposta dal Teatro dell’Opera era molto rischiosa. – ha detto durante la conferenza Massimo Moretti fondatore di WASP – Non era mai accaduto che la stampa 3d venisse applicata a un materiale così grande. La plastica che usiamo normalmente ha un costo enorme, se viene rapportato ai 1500 Kg della scenografia da produrre. Ci siamo rivolti allora a una materiale ricavato dal mais, naturale e che può essere facilmente riciclato: il giorno in cui questa scenografia non servirà più la si potrà triturare e riusare per una nuova e diversa opera. Per questo lavoro abbiamo preso in affitto un capannone vicino alla nostra sede, adesso è nostro e siamo l’unico service di stampa 3d capace di produrre oggetti di grandissime dimensioni. Questo del Fra Diavolo è un caso in cui è l’arte a trascinare l’industria e apre a nuove creazioni e a nuove possibilità di lavoro”.

la-scenografia-del-fra-diavolo_corsettiregistafuortessovrmorettiwaspmacdonalddirettore
Giorgio Barberio Corsetti (regista) - Carlo Fuortes (sovrintendente) - Massimo Moretti (Wasp) - Rory McDonald (direttore d'orchestra)

La prima scenografia stampata in 3d

Alla richiesta di realizzare la scenografia 3d dell’opera, il team di WASP è rimasto sorpreso, ma come sempre accade ha subito accettato la sfida. I lavori sono iniziati a metà aprile e sono terminati in luglio, con il passaggio delle componenti scenografiche al Teatro romano.

L’impresa è cominciata con la consegna, da parte dello scenografo, di un modello 3d raffigurante due edifici storici deformati, due grandi facciate con finestre e terrazzi, simili a un quadro di Dalì: la percezione deformata della realtà è un elemento centrale dell’opera, che necessariamente si rispecchia anche nella sua struttura scenografica. Il regista, sostenuto dal sovrintendente dell’Opera di Roma, Carlo Fuortes, che ripone grande fiducia nell’utilizzo della stampa 3d per lo studio e l’allestimento scenografico, ha dunque scelto la stampa 3d come mezzo per ottenere al meglio il risultato desiderato.

scenografia-teatrale-stampata-in-3d-modello02

Il modello 3d si presentava come un blocco unitario, ed è stato necessario suddividerlo in 223 pezzi che potessero rientrare nelle dimensioni di stampa della Delta WASP 3MT INDUSTRIAL, ovvero un cilindro di 1 metro x 1 metro. Il materiale utilizzato è PLA colorato di pigmento bianco. Per affrontare il lavoro, il team WASP ha costruito 5 stampanti, utilizzate a pieno ritmo durante questi tre mesi nel nuovo capannone dove è stato realizzato questo progetto dalle dimensioni fuori dal comune.

La DeltaWASP 3MT al lavoro con la costruzione delle parti della scnografia 3d
La Delta WASP 3MT al lavoro con la stampa 3d delle parti della scenografia

La sfida maggiore è stata dettata dai tempi. Grazie alla pianificazione del lavoro e alla velocità delle macchine WASP il risultato è arrivato senza particolari problemi alla scadenza prestabilita: a metà luglio il capannone era interamente riempito dai pezzi dell’allestimento stesi a terra, pronti per il trasporto a Roma.

Nella capitale, all’interno degli spazi del Teatro dell’Opera, le componenti sono state assemblate e fissate su una struttura portante in legno. Qualche piccola imprecisione non ha influito sulla resa finale, anzi, ha enfatizzato il carattere artigianale, e speciale, del lavoro, che il regista ha accolto con grande soddisfazione. È stata una prova, un esperimento, e un traguardo raggiunto con successo, che potrebbe aprire la strada a nuove future collaborazioni tra il settore teatrale e la stampa 3d.

laboratori-teatro-dellopera-roma-8

Intervista Giorgio Barbiero Corsetti


WASP AL TECHNOLOGY HUB

Qualità industriale 4.0, grandi dimensioni velocità raddoppiata, Spitfire extrusion System

Al Technology Hub di Milano WASP presenta la linea industriale delle sue stampanti 3D. Tante le novità portate: stampante 1000 x 1000 ad alta risoluzione, linea Delta Turbo2 con potenza delle cinematiche raddoppiate grazie a nuove schede industriali 32 bit, connessione wi fi industria 4.0 compatibile, nuove meccaniche compatibili alla camera calda, sistemi di ventilazione interna, filtraggio aria, estrusore configurabile full metal o ad alta scorrevolezza, doppio estrusore basculante con sistema anti snooze.

Il giusto estrusore per ogni esigenza: SPITFIRE SYSTEM

spitfire-3d-extruder

Spitfire prende il nome dal celebre Caccia della Seconda guerra mondiale. Si tratta di un sistema innovativo che, attraverso varie configurazioni, consente di rispondere alle diverse necessità di stampa. E’ garanzia di robustezza e qualità dei pezzi stampati, può essere riscaldato fino a una temperatura di 350°C e a seconda delle esigenze può essere montato in tre dimensioni: 0,4; 0,7; 1,2 mm. Tutte le operazioni di configurazione o cambio sono rapide e sicure grazie al sistema Spitfire. Può stampare Pla, Petg, Flex, Abs, Pa, HiPs, Asa, Carbonio, Plexiglass, Polipropilene, Materiali caricati. SCORPI DI PIU'>>

Il nuovo estrusore nelle varianti Spitfire Black e Spitfire Red può essere installato su tutta la linea delle stampanti Delta WASP.

Il doppio estrusore: ZEN EXTRUDER

zen-3d-dual-extruder

Gestito dalle schede di nuova generazione il doppio estrusore ZEN Extruder è configurabile per materiali con differenti temperature di fusione o diametri di deposizione diversi. SCORPI DI PIU'>>

La dimensione e la velocità

Delta WASP 4070 INDUSTRIAL

Stampare in grande dimensione richiede grande velocità di stampa, oltre a sistemi di estrusione affidabili ad alta potenza. WASP ha affrontato questi temi ridisegnando le meccaniche e le elettroniche delle stampanti. Al Technology Hub WASP presenta la nuova Delta WASP 4070 INDUSTRIAL con velocità di stampa raddoppiata rispetto alle tradizionali 4070 e con meccaniche adatte a funzionare in camera calda.

DeltaWASP 20 40 Turbo2
Delta WASP 2040 TURBO2

Anche la Delta WASP 2040 TURBO2 trova nuova vita spinta dal motore a potenza raddoppiata.

Questo è solo un assaggio di quanto bolle in pentola in casa WASP. Per dettagliate informazioni fate visita allo stand. Appuntamento a Milano dal 20 al 22 aprile (Fieramilanocity, Pad. MiCO/Stand G22).

www.technologyhub.it


Il solito Gnomo

Era il lontano 2014 e la DeltaWASP muoveva i primi passi. Come dite? Sono passati solo tre anni? Certo, ma talmente pieni di scoperte e sviluppo che a noi sembrano trenta.

Dunque era il “lontano” 2014 e per verificare la qualità di stampa 3D delle nostre macchine la cosa più immediata fu stampare il simbolo di quel periodo, il mitico Rocket Gnome della Makerbot. Da allora, tutte le volte che WASP sforna un nuovo estrusore, o una nuova stampante, è inevitabile che qualcuno lanci la proposta: “Facciamo lo gnomo”.

Quanti ne abbiamo visti! Belli e brutti, fallimenti e successi, collassi, gnomi in pla, abs, nylon, cioccolata, argilla, pasta frolla, gnomi in miniatura e gnomi giganti, gnomi hackerati… Nessuno però finora ci aveva stupito tanto quanto l’ultimo.

E’ storia di qualche giorno fa. Avevamo appena terminato la nuovissima DeltaWASP 3MT Industrial, pronta per essere presentata al Mecspe di Parma. Un macchinone. Tre quintali di acciaio per stampare un metro cubo di roba, in camera riscaldata, una stampante capace di spostare un estrusore da dieci chili carico di materiale, tre braccia per ogni cinematica parallela, in grado di assorbire le vibrazioni e i pesi.

Figuriamoci se a qualcuno non veniva in mente: “Stampiamo lo gnomo”. “Sì certo, magari uno gnometto di 3 centimetri con la 3 metri…”. “Vabbè ma cosa ci costa? Basta montare l’estrusore da 0,4 millimetri e caricare il codice che usiamo con le DeltaWASP 20 40. Ci mettiamo cinque minuti”. “Con dei leveraggi così lunghi e con cinghie di sei metri verrà uno schifo. Meglio non perdere tempo, la fiera è domani”.

Come sarebbe finita lo sapevamo già tutti. La curiosità ha preso ancora una volta il sopravvento: “Ok, stampiamo lo gnomo con la DeltaWASP 3MT e con l’estrusore da 0,4 millimetri. Poi in fiera stamperemo come al solito quello che ci verrà in mente sul momento”.

Così parte la stampa. E mano a mano che l’oggetto cresce, non crediamo ai nostri occhi. Inizia una processione continua: “Guarda come stampa la 3 metri!”. Tutti inginocchiati di fronte alla stampante ad ammirare il minuscolo gnomo, neanche fosse la Mecca. Pervasi da una sorta di euforia di gruppo: “Stampa da Dio!”.

Finita la stampa togliamo il pezzo. E’ perfetto fin nei minimi dettagli. Possibile che i cambi di direzione, le nocciole, le cinghie, i tendi cinghia, rendano i centesimi di millimetro? Evidentemente sì: è possibile. Insomma, il solito gnomo vi stupirà ancora.

gnomo-3m1


Nuovi sentieri per la stampa 3D professionale

La via italiana per l’industria 4.0 al Mecspe

Dal 23 al 25 marzo saranno presentate in anteprima all’edizione 2017 del Mecspe di Parma le innovazioni in casa WASP. Fiera di riferimento per l'industria manifatturiera, il Mecspe offre una panoramica completa su materiali, macchine e tecnologie innovative. WASP sceglie questa occasione per presentare cinque importanti novità.

mecspe-deltawasp-2040turbo

Nuova DeltaWASP 20 40 Turbo2

Versione rivista e implementata della classica DeltaWASP 20 40 Turbo, per una stampante 3D ancora più precisa e affidabile. Monta una nuova scheda 32bit integrata di classe industriale. Si fornisce con un sistema di alimentazione che può supportare 2 estrusori ad alta potenza. La nuova DeltaWASP 20 40 Turbo2 presenta un nuovo sistema di scorrimento dei carrelli che ne incrementa la velocità e la precisione. La camera è stata meglio coibentata per poter raggiungere temperature adatte a stampare materiali tecnici ed è dotata di un sistema di raffreddamento dei motori e delle schede e di una cinematica per le alte temperature. Viene presentata con il doppio estrusore opzionale.

Nuova Linea Stampanti 3D Industrial

DeltaWASP 40 70 Industrial

Rivisitazione del modello classico, è realizzata interamente in metallo, con camera riscaldata a ventilazione forzata, coibentata per l’isolamento termico e dei rumori. La nuova DeltaWASP 40 70 Industrial ha un sistema di filtraggio fumi integrato e nuove meccaniche progettate per lavorare in camera calda. Permette la stampa di materiali tecnici stampabili solo in camera calda.

mecspe-deltawasp-3mtindustrial

DeltaWASP 3MT Industrial

E’ l’interpretazione industriale della DeltaWASP 3MT, con camera coibentata per l’isolamento termico e acustico, struttura completamente chiusa e in metallo che elimina ogni vibrazione in fase di stampa. La nuova DeltaWASP 3MT Industrial Permette stampe di qualità superficiale comparabili a quelle delle piccole stampanti ma con area di stampa elevata al cubo. Può montare un estrusore a granuli per stampare oggetti in grandi dimensioni con ugelli fino a 3mm. Per il filamento può essere equipaggiata con estrusori da 0,4; 0,7; 1,2mm.

mecspe-deltawasp-3mt

Nuovi estrusori

Per la stampa a filamento WASP presenta al Mecspe due nuovi estrusori.

Spitfire, capace di depositare fino a 30m di filo all’ora. Un estrusore ad altissima precisione per stampe veloci di oggetti dalle piccole alle grandi dimensioni.

mecspe-spitfire-extruder

Zen Extruder, un doppio estrusore essenziale per la stampa multi materiale, con sistema di pulizia e altezza variabile degli ugelli comandati dal movimento stesso della macchina.

WASP vi aspetta presso il Pad. 6 Stand K032, alla Fiera di Parma, dalle 9:00 alle 17:30 e il sabato dalle 9:00 alle 17:00.